Per finire

HOME

TEORIA

Indice

Preludio

Capitolo I
Capitolo II
Capitolo III
Capitolo IV
Capitolo V
Capitolo VI
Capitolo VII

Postludio

Terminologia


RITMICA

Introduzione

1. Clave
2. Origini
3. Ritmica

Conclusioni
Per finire

Il ritmo è l'involucro della musica e, un componimento artistico privo di ritmo, sarebbe come un corpo informe senza scheletro.

La musica si propaga nel tempo articolandosi, e il ritmo, è la struttura che determina tale propagamento.
Ciascuna musica ha il suo ritmo! Bisogna imparare a conoscerlo allo stesso modo come impariamo a riconoscere gli accordi e le note musicali. Grazie ed esso girano tutte le cellule ritmiche secondarie di tutti gli altri strumenti: fraseggi del piano, del basso etc. Le improvvisazioni (sia vocali che strumentali) sono legate direttamente alla ritmica. Persino certi nomi di generi letterali e musicali, derivano da strutture della ritmica come nel caso dell'esametro antico, l'endecasillabe greco e romano per giungere alle odierne strutture poetiche del blues.

Personalmente penso che (contrariamente al pensiero accademico di tradizione classica europea), una conoscenza approfondita dell'argomento in questione è da considerarsi di grande importanza a pari merito con l'armonia e il contrappunto.




Dedico a mio padre Gjon Kapidani questi miei scritti di teoria musicale.

Markelian Kapedani per "DODECARMONIA"